Prof. Maurizio Salvati

Specialità

Neurochirurgia

Specialità

Oncologia

Contatti

06 66 494 1

Posizione

Neurochirurgia

Professore Ordinario Abilitato ANVUR 2013

Professore Associato Università di Tor Vergata, Roma

Direttore della Scuola di Specializzazione in Neurochirurgia, dell’Università di Tor Vergata Roma

Direttore  UOC Neurochirurgia Policlinico Tor Vergata Roma

Consulente FAS Stato della Città del Vaticano

Consulente Neurochirurgo Casa di Cura PIO XI

Consulente Scientifico IRCCS Neuromed Pozzilli (IS)

Già Collaboratore Scientifico del MD Anderson Cancer Center di Houston Diretto dal prof. Sawaya e del Brain Cancer Center del MGH di Harvard Boston Diretto dal prof. R. Martuza

Neurooncologo

Consulente Oncologo Casa di Cura PIO XI

 

Attività clinica: Il prof. Maurizio Salvati è considerato uno dei maggiori esperti italiani e internazionali della chirurgia dei tumori del sistema nervoso centrali ovvero GLIOMI (GLIOBLASTOMA, OLIGODENDROGLIOMI, ASTROCITOMA, EPENDIMOMA), MENINGIOMI, NEURINOMI, NEUROCITOMI, METASTASI CEREBRALI E SPINALI. Pioniere della chirurgia da sveglio nei tumori cerebrali, della chirurgia in Neuronavigazione, e nell’utilizzo dei monitoraggi intraoperatori e della fluorescenza nella chirurgia dei tumori cerebrali. Ha sviluppato l’uso di nuove tecniche chirurgiche di dissezione della sostanza bianca per preservare l’integrità delle vie di connessione del sistema nervoso centrale durante l’asportazione dei tumori cerebrali infiltranti quali i gliomi/glioblastomi. Come internazionalmente riconosciuto, ha definito la corretta tecnica di asportazione delle metastasi cerebrali, limitando il rischio di disseminazione della neoplasia durante la chirurgia (tecnica di Salvati nota come “en bloc” resection/ internal no touch technique). Ha eseguito oltre 3000 interventi chirurgici. Ha operato come primo operatore 1340 neoplasie cerebrali, di cui oltre 600 negli ultimi 5 anni, e oltre 400 tumori vertebrali/midollari. Per la chirurgia vertebrale ha una specifica competenza su FRATTURE VERTEBRALI OSTEOPORTICHE E TRAUMATICHE, PATOLOGIA ONCOLOGICA E  DEGENERATIVA DELLA COLONNA VERTEBRALE  OVVERO ERNIE DISCALI LOMBARI E CERVICALE, SPONDILOLISTESI, STENOSI, SCHIACCIAMENTO VERTEBRALE CON PARTICOLARE RIFERIMENTO ALLA CHIRURGIA MINIINVASIVA OVVERO STABILIZZAZIONI PLIF, TLIF, XLIF, ALIF,LATERAL ALIF.  E CHIRURGIA ENDOSCOPICA DELLE ERNIE DEL DISCO.

Per la competenza neurooncologica è stato nel 2001 tra i primi in Europa ad utilizzare la temozolomide come prima linea nel trattamento chemioterapico dei glimi maligni. Successivamente ha introdotto l’uso del bevacizumab e altri antiangiogenetici nel trattamento di seconda o terza linea dei gliomi maligni. Ha  partecipato ai protocolli Sapienza di Vaccinazione dei pazienti con Gliomi Maligni. Attualmente sono in corso altre terapie sperimentali e innovativi tra cui anche sostanze naturali quali la lattoferrina.

Attività scientifica: E’ autore di 256 pubblicazioni su riviste internazionali certificate da scopus.

Con un H index (indice di citazione) =42, 5330 citazioni (ovvero quanto a livello internazionali sono citate le sue pubblicazioni) è il secondo neurochirurgo italiano come ranking mondiale. Gran parte delle ricerche e delle innovazioni riguardano al chirurgia e il trattamento delle neoplasie cerebrali in particoalre i gliomi (glioblastoma) e le metastasi cerebrali. Su questi argomenti è’ autore di 4 Libri di Testo, pubblicati da Editori Americani.